cittadinanza

Conoscere, fare, decidere: un’opportunità di Cittadinanza

Il 5 dicembre 2017 è stata una giornata importante per la comunità di Piedimonte. Il Consiglio Comunale ha approvato all’unanimità il Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazioni per la cura, la rigenerazione e la gestione condivisa dei beni comuni urbani”. Piedimonte entra a far parte di quel gruppo di Comuni virtuosi che hanno intrapreso una strada del tutto nuova nella cura dei beni comuni.

Il percorso che ha portato all’approvazione del Regolamento è iniziato prima delle recenti elezioni comunali di giugno, con la proposta di adesione al “Patto di Cittadinanza” che presentammo ai tre candidati alla carica di Sindaco. È proseguito, poi, con il dialogo costante con i gruppi di maggioranza e di minoranza fino a giungere all’incontro pubblico che ha visto la partecipazione del prof. Gregorio Arena, fondatore e presidente di Labsus – Laboratorio per la Sussidiarietà, associazione che ha ideato e promosso il Regolamento.

Come Amici di Pericle, ringraziamo ancora una volta il Sindaco Dott. Di Lorenzo, l’Avv. Grillo e il Dott. Civitillo, per averci riconosciuto quali interlocutori credibili e per aver considerato valide e condivisibili le proposte contenute nel Patto di Cittadinanza, e l’intero Consiglio Comunale, per aver approvato all’unanimità il Regolamento scrivendo, in tal modo, una bella pagina di politica cittadina.

Il Regolamento è ora strumento a disposizione dell’intera città e rappresenta una grande opportunità di rinnovamento del modello di cittadinanza. I cittadini potranno curare direttamente il verde pubblico, le piazze, le scuole, gli edifici pubblici inutilizzati ma anche avviare progetti per la cura delle persone più deboli, per la crescita educativa, per i beni culturali e così via.

Tanti cittadini chiedono di partecipare; quest’aspirazione è una risorsa preziosa per Piedimonte e va indirizzata opportunamente per non rischiare che vada dispersa. L’approvazione del Regolamento per l’amministrazione condivisa dei beni comuni è una prima importante condizione per una più ampia partecipazione civica, ma siamo solo all’inizio di un percorso lungo ed articolato che, per essere pienamente compiuto, richiederà l’introduzione di ulteriori opportunità e strumenti.

Nell’appello che lanciammo alle forze politiche all’inizio dell’anno, e poi attraverso il “Patto di Cittadinanza”, proponevamo un nuovo rapporto tra Amministrazione e cittadini. Chiedevamo l’adozione di specifici strumenti che consentissero ai cittadini maggiori opportunità di “conoscere, fare e decidere”.

Il Regolamento appena approvato rappresenta la possibilità concreta per i cittadini di fare”, cioè di agire in prima persona per la cura dei beni della collettività. Affinché ci sia una più piena cittadinanza, occorre estendere le possibilità di “conoscere” e “decidere”: possibilità di conoscere” l’azione dell’Amministrazione, attraverso una rinvigorita trasparenza amministrativa, e possibilità di “decidere” il futuro della comunità, attraverso l’emanazione di un Regolamento per la Partecipazione che, mediante gli istituti della democrazia partecipativa e deliberativa, consenta un maggiore coinvolgimento dei cittadini nelle scelte.

Lo sviluppo del nostro territorio non può prescindere da una rinnovata coscienza di Cittadinanza. I complessi problemi che abbiamo di fronte possono essere risolti solo ritrovando la capacità di affrontarli “facendo comunità”. Il 2018 può essere un anno importante in questo percorso di crescita e di cambiamento. È questo l’augurio che facciamo a tutti noi cittadini di Piedimonte. Buon 2018!

Lucio Pascale

Lucio Pascale

Lucio Pascale

Nato a Piedimonte Matese nel 1971, sposato con due figli. Ingegnere, lavora come dirigente presso un’azienda multinazionale. Presidente degli Amici di Pericle, ritiene che la partecipazione civica sia la più alta espressione di cittadinanza.

More Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *